Capitoli

AtWork Harare Capitolo 07

Capitoli

AtWork Harare Capitolo 07

Harare, Zimbabwe
26 - 30 Luglio 2017

Partner:

National Gallery dello Zimbabwe, Raphael Chikukwa

Tema:

Può la rivoluzione essere un sussurro?

Leader:

Andrew Tshabangu

AtWork Harare Capitolo 07 è stato implementato in partership con la National Gallery dello Zimbabwe e con il team curatoriale di Raphael Chikukwa, nell’ambito del 60esimo anniversario della National Gallery. AtWork è stato infatti parte dell’ampio programma di celebrazione dell’anniversario. Il workshop è stato condotto dal rinomato fotografo Sudafricano Andrew Tshabangu, che ha guidato i 20 giovani artisti e studenti d’arte Zimbabwesi attraverso il processo di AtWork. Il tema centrale del workshop “Può la rivoluzione essere un sussurro?” è stato elaborato dal nostro advisor Simon Njami.

“Una rivoluzione non è mai un’esplosione. Inizia senza nemmeno dire il proprio nome. Discussioni nei bar, nelle case private…sussurri. Senza quel sussurrare, che è come una forma di silenzio, nulla succederebbe. La rivoluzione ha in sè anche una nozione di ritorno. Non in senso Nietzschiano, ma come nel movimento rotatorio della Terra. Non è necessariamente qualcosa che faccia crollare l’impero. Può essere qualcosa di molto intimo e personale, ma annuncia cambiamenti. Dopo il sussurro, l’azione. Le persone dovrebbero concentrarsi di più sul sussurro”.

Simon Njami

Il Workshop

Il workshop si è svolto ad Harare, Zimbabwe dal 26 al 30 luglio, realizzato in partnership con la National Gallery dello Zimbabwe e il gruppo curatoriale di Raphael Chikukwa. I differenti spazi della galleria hanno accolto i partecipanti in un intimo circolo dove la discussione guidata da Andrew Tshabangu si è lentamente dispiegata. Partendo dalla più vasta nozione di rivoluzione, la conversazione è lentamente diventata più intima e ha iniziato a scavare in maniera più profonda all’interno delle varie connotazioni della parola, svelando le rivoluzioni individuali di ciascun partecipante. Il variegato gruppo di artisti visuali, studenti, insegnanti, educatori, si è imbarcato in questo viaggio creativo ed intellettuale che ha aperto loro nuove prospettive critiche nel modo in cui guardare a se stessi e alla propria pratica.

img_9549_37021487476_o

 

 

“E’ stato come se fossimo su un autobus insieme, condividendo le nostre esperienze più intime come una famiglia, e se non eri parte dell’intero viaggio non potevi salire su quell’autobus con noi”.

Andrew Tshabangu Leader di Atwork Harare

Il Leader: Andrew Tshabangu

Andrew Tshabangu è un fotografo Sudafricano, nato a Soweto nel 1966. La sua fotografia è stata esposta internazionalmente in numerose esposizioni. Tshabangu è rinomato per la sua surreale illuminazione fumosa, e per la documentazione dei rituali della comunità nera nell’Africa urbana. Tshabangu rivendica il fascino dell fotografare gli interni degli spazi abitativi senza la presenza fisica degli abitanti.
Nel 2015 ha partecipato alla mostra “La Divina Commedia: Paradiso, Purgatorio, Inferno, rivisitata da Artisti Contemporanei Africani ( Museo Scad, USA & Moderne Kunst Frankfurt/Main (MMK), Francoforte, Germania). All luce dei fatti, Tshabangu ha affermato che il suo lavoro era già in precedenza un riflesso dell’idea dantesca di inferno, paradiso e purgatorio, e della religione in genere.
Tshabangu è rappresentato da MOMO Gallery ed esposto internazionalmente.
Andrew è venuto in contatto con AtWork nel dicembre 2016 durante Addis Foto Fest e successivamente lo abbiamo invitato a condurre il Capitolo di Harare.

“Uno schiavo può liberarsi solo una volta consapevole delle sue catene. La rivoluzione deve partire da se stessi”.

Partecipante AtWork Harare

L’esperienza

Le differenti età e background dei partecipanti al workshop hanno creato un ambiente in cui si sono potuti creare reali contaminazioni e scambi.
Il leader del workshop, Andrew Tshabangu, ha fornito ai partecipanti una vasta gamma di materiali ispirazionali proiettando il documentario sul lavoro del fotografo Sudafricano Ernest Cole, il video della Ted Talk “Il pericolo di una sola storia” di Chimamanda Ngozi Adichie e, ovviamente, una panoramica del suo personale lavoro fotografico. Il workshop inoltre ha incluso una visita al Njelele Art Center, uno spazio artistico fondato dall’artista Dana Whabira, la quale ha esposto le sue opere al Padiglione Zimbabwe della Biennale di Venezia di quest’anno. L’artista ha condiviso con i partecipantei al workshop le idee e le ispirazioni che sono alla base della sua pratica artistica, creando un momento di arricchimento che ha integrato AtWork nel tessuto artistico locale. Si è venuto così a creare un ambiente unico in cui i giovani talenti creativi hanno avuto modo di confrontarsi in maniera libera, percependosi come parte di una comunità artistica più grande, sia a livello locale, sia globale.

“Penso che i partecipanti fossero in grado di rispondere parzialmente alla domanda “Io chi sono?” durante il workshop e attraverso questa risposta saranno in grado di approcciare in modo migliore la comunità intorno a loro”.

Andrew Tshabangu Leader AtWork Harare

La Mostra

I taccuini Moleskine creati dai partecipanti durante il workshop sono stati esposti alla National Gallery dello Zimbabwe. La mostra è stata curata da Raphael Chikukwa e co-curata dagli stessi partecipanti al workshop. La mostra ha inaugurato l’11 Settembre durante la Conferenza ICAC (Conferenza Internazionale sulla Cultura Africana) che era intitolata “Mappare il futuro”: la perfetta cornice per esporre le opere d’arte di questa nuova generazione di talenti creativi. I taccuini rimarranno in esposizione fino al 31 Ottobre.

Lista partecipanti

  • Amanda Mushate

    Lillian Magodi

    Loice Costa

    Gideon Gomo

    Grace Nyahangare

    Mukudzei Muzondo

    Nothando Majoni

    Nyadzombe Nyampenza

    Option Nyahunzvi

    Peter Musami

    Ronald Muranganwa

  •  

    Shalom Kufakwatenzi

    Sostain Moyo

    Troy Makaza

    Chido Lufuno Machanzi

    Clever Machemedze

    Oscar Lwalwe

    Takunda Billiat

    Tichakunda Mafundikwa

    Timiselani Majoko

    Victor Nyakauru

     

Partner

  • Coordinatore AtWork Capitolo 07:
    Fiona Chimombe

    Curatore National Gallery dello Zimbabwe:
    Raphael Chikukwa

    Photo Shooting:
    Kresiah Mukwazhi, Tamirirashe Zizhou

    Video Shooting:
    Makomborero Theresa Muchemwa

Condividi